Welcome to my blog

Un blog nato per condividere con voi la mia più grande passione, i libri e la scrittura,un blog creato per far conoscere ai miei lettori un pezzetto di me..per il bisogno che sento di sfogarmi, per la necessità di far conoscere le mie idee e i miei pensieri a tutti i lettori che si soffermeranno nel mio magico mondo! Benvenuti!

Cerca nel blog

domenica 23 settembre 2012

Lunetta cinematografica #1

Buona Domenica e bentornati in Blue Moon!!!
Oggi vi dedico un post un po' speciale...in quanto è assolutamente una novità, non parlo mai di telefilm nel mio blog, ma non perché non mi piacciano...anzi, sono una drogata di telefilm!
Piuttosto perché non mi reputo bravissima a parlarne...per ora sono rimasta una semplice spettatrice, quindi non siate cattivi se per le prime volte risulterò un po' imbranata a recensire i vari telefilm!!
La mia prima recensione "cinematografica" è su un telefilm che ho scoperto da poco e che ha già lasciato il segno...
                                                        SWITCHED AT BIRTH 

                                          
TRAMA
Due ragazze adolescenti scoprono casualmente di essere state scambiate alla nascita. Bay Kennish è cresciuta in una famiglia benestante, con due genitori sempre presenti e un fratello. Daphne Vasquez, che ha perso l'udito in giovane età a causa della meningite, è cresciuta invece con una madre single in un quartiere per famiglie di ceto medio-basso. La vita di ognuna prende una svolta inaspettata quando, dopo l'incontro, le rispettive famiglie decidono di imparare a vivere insieme per il bene delle ragazze.
Switched at Birth - Al posto tuo è una serie televisiva statunitense in onda su abc family dal 6 giugno 2011. In Italia la serie va in onda sul canale deejay tv dall'8 febbraio 2012 . La trasmissione dei restanti episodi a completamento della prima stagione riprenderà il 27 Settembre 2012 sempre su Deejay Tv.
(Personalmente la guardo in straming.^_^)

RECENSIONE
L'idea di partenza della serie  è semplice e già vista: due ragazze vengono scambiate alla nascita ed ognuna cresce con la famiglia dell'altra, fino a quando una delle due, da sempre insospettita dalle troppe differenze, sia fisiche che caratteriali tra lei e la sua famiglia, non fa il test del DNA ad un  progetto scientifico a scuola e fa venire a galla l'accaduto. Si tratta di Bay, figlia dei benestanti Kennish, Ha vissuto fino ai sedici anni nella famiglia che avrebbe dovuto accogliere Daphne cresciuta invece con Regina Vasqueze senza un padre, un italiano che li ha abbandonati quando la piccola aveva solo tre anni. Data la voglia dei Kennish di conoscere la loro vera figlia, ma anche a causa dei problemi finanziari di Regina, le due famiglie finiscono per vivere a stretto contatto, perchè Daphne e la madre si trasferiscono in una dependance dell'ampia villa della famiglia che ha cresciuto Bay, creando i naturali contrasti che l'assurda situazione comporta... Da questo momento in poi ho seriamente iniziato ad odiare i kennish, che appaiono come la solita famiglia STRAricca, che vizia i propri figli e che crede che tutto si possa comprare con il denaro. Hanno una visione del mondo davvero limitata! mi ha infastidito molto il modo in cui cercano a tutti i costi di intromettersi nell'educazione della loro figlia biologica. Insomma, non hanno ben chiaro che Daphne sia la loro figlia Biologica e basta! non capiscono che non hanno alcun diritto di intromettersi sulla sua educazione di punto in bianco. Cosa che per giunta, Regina, madre single con un passato burrascoso, è riuscita a fare meglio di loro due messi insieme.
La semi-convivenza forzata fra le due famiglie e tra due stili di vita cosi diversi fra loro, è spunto per molti risvolti che faranno andare avanti la storia in splendida maniera.Il tutto sarà ben orchestrato e sviluppato nel corso degli episodi. Ma il tocco in più allo show lo da un dettaglio non da poco. Daphne è non udente, avendo perso l'udito da piccola a causa di una meningite. La disabilità di questa protagonista è molto ben gestita e farà da motore narrativo per il resto della storia, con una messa in scena che non si tira indietro di fronte al problema, infatti interi  episodi saranno interamente parlati nel linguaggio dei segni, con l' aggiunta di sottotitoli per renderli comprensibili allo spettatore, credetemi vi affascinerà molto il modo in cui scoprirete il mondo dei non udenti.
Switched at birth  è una serie tv che lascia il segno, ti appassiona perché ha cuore. si questo è il termine esatto...è uno show col cuore.
Già dalle prime puntate ci si affeziona ai personaggi...si riesce a sentire  e ad instaurare un feeling con loro, questo viene reso possibile dal fatto che i personaggi (almeno quelli principali) sono profondi e ben costruiti...non ci troviamo davanti al solito teen drama con i suoi personaggi superficiali ed insulsi. 
Questo è un telefim completamente diverso. Due persone, due persone scambiate alla nascita che saranno costrette a confrontarsi e condividere tutto. Famiglia, amici e perfino amori.
Una trama avvincente, completamente nuova, che da anche un messaggio social, per la tematica dei sordomuti.
Ho trovato meraviglioso il modo che il telefilm ha di spiegare e di farci conoscere questo mondo cosi particolare...facendoci perfino interessare alla loro storia e cultura...io stessa sono andata ad informarmi dopo aver visto qualche episodio. Ho perfino imparato l'alfabeto lis! 
Sono davvero felice di aver scoperto questo telefilm! ve lo consiglio di cuore!  Vi lascio al promo!
 

Un abbraccio! lunetta

2 commenti:

Sara fatina ha detto...

Anch'io sono una drogata di telefilm, eheheh!! :)

Fairy Violet ha detto...

Voglio vederlo anche io, mi ha attratto subito ;-)