Welcome to my blog

Un blog nato per condividere con voi la mia più grande passione, i libri e la scrittura,un blog creato per far conoscere ai miei lettori un pezzetto di me..per il bisogno che sento di sfogarmi, per la necessità di far conoscere le mie idee e i miei pensieri a tutti i lettori che si soffermeranno nel mio magico mondo! Benvenuti!

Cerca nel blog

venerdì 23 marzo 2012

Mi scuso in anticipo per questo post... perdonatemi!



Buonasera carissimi, come avrete notato.. (o forse no) è da qualche giorno che non scrivo sul mio blog, non perché non avessi niente di cui parlare...anzi, sto preparando diverse recensioni, avendo deciso di seguire il consiglio di molti di pubblicarne di più, però dovete sapere che purtroppo questo non è un bel periodo per me, tutt'altro, è un periodo davvero molto difficile, come vi avevo già detto sono andata via di casa da un annetto ormai, trasferendomi da Milano a Orvieto...io adoro la città in cui vivo adesso, ho affittato una bellissima casetta in campagna, dalla finestra della mia camera riesco a vedere tutta la vallata, piena di alberi, di animali, di fiori..insomma un paradiso per questo verso..ma un inferno per altri, la cosa brutta di questi posti è che il lavoro praticamente NON esiste! Credetemi se vi dico che ho cercato fino allo sfinimento, ma il massimo che sono riuscita a trovare è stato la babysitter e altri lavorettini così.
Potete immaginare quanto sia difficile e stressante vivere così, sempre senza soldi, con il pensiero fisso di non riuscire ad arrivare a fine mese, anzi a metà mese! Poi ci sono le bollette, l'affitto..il mangiare del cane, insomma le solite spese quotidiane, che sono diventate per me insormontabili...Ormai sono arrivata al punto di non poter nemmeno permettermi un libro, anche quello è diventato un lusso, Fortunatamente quella santa di mia madre me ne ha appena regalati un po' e anche le case editrici, con le quali sto iniziando a collaborare aiutano molto..purtroppo non si vive di lettura...non posso certo buttare due libri in padella o fare un pappone di pagine per il cane... 0__O 
Quindi non mi resta che tornarmene a casa con la coda fra le gambe, questa per me è davvero una sconfitta, una delusione, un boccone amaro da mandar giù. 
Il rapporto con mia madre non è mai stato rose e fiori, per quanto ci vogliamo bene non riusciamo ad andare d'accordo per più di 24 ore vivendo insieme e non è nemmeno questa la cosa che più mi affligge, la tremenda cosa è dover ritornare in quella città che odio con tutto il cuore, è buia, grigia, smorta, piena di gente fredda e austera..che io non riesco a tollerare, ho bisogno dell'armonia dei paesi e del verde delle campagne..dell'aria buona e delle persone sempre gentili e disponibili che qua ho trovato.
Ovviamente non faccio di tutta l'erba un fascio, anche su sono riuscita a trovare persone splendide..ma le posso contare sulle dita di una mano..mentre qui, è l'esatto contrario..insomma noterete la differenza.
Poi non so, sarò io che parto prevenuta, ma ogni volta che torno a Milano, non appena metto un piede in quella fredda città, uno stato di angoscia mi pervade, l'ansia e la tristezza mi avvolgono, e la rabbia e il nervoso si impossessani di me, insomma cambio, cambio radicalmente! a Orvieto sono una persona e a Milano ne divento un'altra, vi lascio immaginare quanto diventi insopportabile e intrattabile al nord, in effetti non me la sento nemmeno di biasimare mia madre..probabilmente la colpa delle nostre divergenze e delle nostre discussioni-litigate continue è più mia che sua.
Ragazzi scusate se con questo post vi ho angosciato...ma per me è un periodaccio...mi sembra che vada tutto sempre peggio..come un buco nero dal quale non riesco a venire fuori, più mi sforzo di uscirne e più mi risucchia.Non ho resco a trovare la forza di reagire...starei a letto tutto il giorno, triste e sconsolata... Ecco, forse ora vi siete fatti un'idea della situazione in cui sono e del perché non scrivo da un po'....volevo evitare di diventare deprimente e logorroica..ma questo è anche il mio diario virtuale..una valvola di sfogo e ovviamente i post cambiano a seconda del mio umore..vi chiedo quindi scusa...e prometto, che non vi farò subire più un monologo del genere! 
Un abbraccio e un bacione la vostra Cecilia

PS: vi informo che mooolto presto ci sarà la seconda tappa del GiveAway! Tenetevi pronti, la sfida si avvicina! =D

4 commenti:

Lawrence ha detto...

Mi dispiace molto per la tua situazione! Per te deve essere una grande delusione scoprire di non riuscire a farcela con le tue forze...ma c'è la crisi e, per quanto il rapporto con tua madre posso essere difficoltoso potrai sempre contare su di lei, e fra qualche mese, quando avrai messo da parte un po' di soldi e magari trovato un lavoro, potrai di nuovo andartene...

Rowan ha detto...

Posso capire quello che dici.. io vivo da 10 anni in un paesino verde in mezzo al bosco, è di una tranquillità icredibile e lo adoro.. due anni fa però ho preso il primo appartamento insieme a quello che è poi diventato mio marito, e ci siamo dovuti allontare perché qui non si trovavano appartamenti. Per quanto fosse bella la convivenza lontana da qui ero una persona completamente diversa, ero come spenta. Poi fortunatamente dopo un anno abbiamo trovato un bellissimo appartamento proprio nel mio paesino, e ora è da un anno che sono tornata.. ♥ quello che dice Lawrence però è giusto: non vederla come una cosa terribile.. vedila come un'opportunità di trovare lavoro, magari, e di riuscire a mettere da parte qualcosa per potertene andare di nuovo ^^ alla fine sono periodi, sai.. prima o poi passa tutto, l'importante è apprezzare le piccole cose e non buttarsi giù :)

Cecilia_Lunetta89 ha detto...

GRAZIE DELLE BELLE PAROLE DAVVERO...MI AVETE FATTO MOLTO PIACERE! UN BACIO E UN ABBACCIO!

Pupottina ha detto...

ciao cecilia
non ti preoccupare. a tutti succede di passare periodi di stress. essendo poi lontana da casa la sensazione è maggiore. ti capisco.
non ti preoccupare. è normale avere bisogno di uno sfogo ogni tanto.
per il lavoro la situazione è nera per tutti. chi lavora viene sfruttato e chi non lavora spera di farsi almeno sfruttare... eheheh
aspetto la prossima tappa del giveaway
buon inizio settimana