Welcome to my blog

Un blog nato per condividere con voi la mia più grande passione, i libri e la scrittura,un blog creato per far conoscere ai miei lettori un pezzetto di me..per il bisogno che sento di sfogarmi, per la necessità di far conoscere le mie idee e i miei pensieri a tutti i lettori che si soffermeranno nel mio magico mondo! Benvenuti!

Cerca nel blog

lunedì 13 febbraio 2012

Gli Etruschi

Buongiorno a tutti! 
Eccoci nuovamente, all'appuntamento settimanale della nostra nuova rubrica: "La moda nel corso dei Secoli"questa volta parleremo degli usi e costumi, di un popolo molto antico e affascinante. 
Gli Etruschi.
 Gli Etruschi furono un popolo dell'Italia antica, affermatosi un un'area denominata Etruria,corrispondente alla Toscana, all'Umbria e al Lazio settentrionale con propaggini in Liguria e verso la zona padana dell'Emilia Romagna e della Lombardia, a partire dall'VIII secolo a.C.
Abbigliamento
Inizialmente gli Etruschi, erano soliti utilizzare solo la lana per realizzare i loro capi,successivamente però, con l'affermarsi della moda ionica, intodussero il lino.
Entrambe le fibre erano tinte con colori accesi e vivaci, come il turchese, il rosso e l'amaranto. La porpora e i ricami in oro erano invece riservati agli aristocratici.
Tra il VII e il VI secolo a.c , arrivò un altro tipo di tessuto, simile al plaid, ottenuto dalla sovrapposizione di due stoffe differenti, una in tinta unita, e l'altra posta sopra, di una tonalità contrastante.
Tra le pelli, la più utilizzata era il cuoio..che lavorata e tinta di rosso, serviva per creare i tipici stivaletti Etruschi.
Per quanto riguarda l'abbigliamento, la maggior parte del guardaroba etrusco, deriva dalla rielaborazione dei modelli greci o orientali, specialmente le vesti maschili.
In epoca arcaica, prevalgono fondamentalmente due tipi di perizomi. Tra cui dei corti pantaloncini da allacciare alla vita, di derivazione cretese,micenea.
Anche i due tipici mantelli etruschi rappresentano un'evoluzione la tabenna e la trabea rispettivamente dell'himation e della clamide entrambi greci. Entrambi i mantelli sono di lana e dai toni bruni,ma la trabea è Più corta, di forma tondeggiante  e si allaccia su una sola spalla, mentre la trabenna è più lunga, di forma rettangolare e ha anche la versione femminile, che ha l'aggiunta del cappuccio.
Intorno al VII secolo viene introdotto il chitone dorico che indossano sia i maschi che le femmine...si tratta di una sorta di indumento intimo, che cinge la vita. 
Nella donna Etrusca era molto diffusa un completo a due pezzi, composto da una blusa di linea dritta e da una gonna lunga fino alle caviglie.
Oli e cosmetici.