Welcome to my blog

Un blog nato per condividere con voi la mia più grande passione, i libri e la scrittura,un blog creato per far conoscere ai miei lettori un pezzetto di me..per il bisogno che sento di sfogarmi, per la necessità di far conoscere le mie idee e i miei pensieri a tutti i lettori che si soffermeranno nel mio magico mondo! Benvenuti!

Cerca nel blog

venerdì 16 marzo 2012

Navarre, un lupo Fortunato...


La Storia A Lieto Fine del Lupo Navarre

Ciao carissime e carissimi! Oggi è una bella giornata, vorrei tanto parlarvi di una bellissima ed emozionante storia, che ho avuto il piacere di leggere nel blog della fantastica topogina C'è crisi, c'è crisi! Guida alla sopravvivenza sul pianeta terra. Quella che ho trovato nel suo blog, è la VERA storia del lupo NAvarre e di alcuni volontari del cras che sono riusciti a salvarlo da morte certa. Il video del salvataggio ha fatto fatto il giro del web, diventando così una bella storia che ha commosso molte persone.
Il lupetto poi battezzato Navarre è stato avvistato nei pressi del Limentra, sull’Appennino bolognese, in pessime condizioni di salute. Era molto debole e con le zampe posteriori praticamente paralizzate. Era necessario visitarlo al più presto per capire come poterlo aiutare.
I volontari sono riusciti ad anestetizzarlo ma per scappare, Navarre si è tuffato nelle acque ghiacciate del Limentra, consumando anche le ultime energie che gli rimanevano. Stava morendo annegato. In pochi attimi frenetici, i coraggiosi volontari si sono gettati in acqua per salvarlo ma il suo cuore aveva ormai smesso di battere.
Il destino ha voluto che grazie alla respirazione bocca a bocca e al massaggio cardiaco il cuoricino di Navarre riprendesse dopo poco a battere nuovamente.
Ora sono trascorsi due mesi, Navarre sta molto meglio ed ha ripreso a camminare, pur zoppicando leggermente. Si è scoperto il motivo che lo aveva portato ad indebolirsi tanto. Nel corpicino del lupo Navarre sono stati trovati ben 35 pallini di piombo sparati da qualche bastardo cacciatore.
 Che possano avere tutte le maledizioni di questo mondo! ( tralascio cosa farei loro che è meglio.)

Comunque ragazzi, quella che vi ho appena raccontato è la storia vera e leggendola ieri mi sono così emozionata, che mi è venuta subito l'ispirazione per scrivere un racconto, ispirato appunto a Navarre e a quello che gli è successo, infine ho messo anche il video...Spero che la storia vi piaccia! buona lettura! (dopo fatemi sapere cosa ne pensate, ci tengo molto!)^__^
  

                      NAVARRE, IL LUPO CORAGGIOSO


C'era una volta un lupo, il suo nome era Navarre, viveva allegro e spensierato nei boschi con la sua bellissima famiglia, ma un brutto giorno Navarre, decise di andare da solo a cercare il cibo per la sua compagna e per i suoi cuccioli perché sapeva, che quella non era una bella stagione per andarsene in giro tutti insieme...c'erano i cacciatori nel bosco! 
Così Il lupo assicurò alla lupa, che sarebbe presto tornato a casa con un succulento pasto...purtroppo però, le cose non andarono come aveva sperato.. nel suo cammino Navarre incontrò un brutto, grasso e cattivo cacciatore, nella mano sinistra teneva un'enorme fucile, e minacciò di sparargli se lui non gli avesse rivelato dove si trovava la Tana con la sua famiglia..pretendeva che gli facesse strada....voleva papparseli tutti! riferì il cacciatore passandosi la mano sulla sua grassa pancia. 
 Il tempo scorreva, minuti preziosi..."dai Navarre pensa, pensa" continuava a ripetersi il lipo fra se...così, prese la decisione di correre nella direzione opposta per depistare il cacciatore, "è inutile che scappi! tanto ti prenderò! e allora saranno guai per tutti voi!", ma Navarre era un esperto e intrepido lupo e conosceva benissimo quei boschi, quello era il suo territorio, così dopo interminabili minuti di corsa, con il cacciatore  che gli stava alle calcagna...improvvisamente Navarre si impuntò e con un agile balzo, si fiondò contro il cacciatore, purtroppo però  il lupo non si era accorto che erano arrivati i rinforzi del nemico...così mentre azzannava il collo del cattivo, sentì un dolore lancinante e tantissimi pallini di piombo li forarono il corpo.
Il Lupo provò a scappare, non poteva lasciare sola la sua famiglia, come avrebbero vissuto senza di lui?! Disperato, arrabbiato e sconsolato, Navarre contiuò a trascinarsi avanti, sperando di trovare un riparo sicuro, ma purtroppo inciampò in un bastone, e finì dritto dritto nel fiume...le acque erano gelide, riuscì per miracolo ad aggrapparsi ad un ramo, e proprio quando pensava con rammarico che fosse giunta la sua fine, sentì delle voci, il lupo drizzò le orecchie e riuscì a distiguere una voce femminile sopra le altre..." Io li ammazzo questi bastardi cacciatori!" disse la voce, "Fiona cerca di stare calma! Il lupo deve essere da queste parti, vedrai che lo troveremo" disse un'altra voce maschile, " e se non facessimo in tempo?,Dio Rick non ci posso pensare"....percependo la bontà di quelle persone, il lupo capì l'intento degli uomini in arrivo,così iniziò ad ululare con tutto il fiato che aveva in gola..."Rick, Eccolo! andiamo!" disse la donna, "oh Gesù...guardalo! sta lottando con tutte le sue forze! deve essere stremato...", così dicendo, i due umani si fiondarono ad aiutare Navarre, che ormai era al limite delle forze, non appena lo tirarono fuori dall'acqua perse i sensi...."oh no...resisti lupo, resta con noi", "Svelta Fiona! stendiamolo sul lettino!" Così, presi dal loro salvataggio, i due coraggiosi volontari iniziarono il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca, Il lupo non respirava! "Dai rick! continua! forza!", "Se sopravvive è un miracolo." 
Il miracolo avvenne, il forte cuore di Navarre riprese a battere, e Rick e Fiona si affrettarono a coprirlo con una coperta, lo scaldarono, lo accarezzarono e lo portarono al loro rifugio....1 settimana dopo, Navarre ritornò in forze, e Fiona e Rick lo riportarono nel bosco per liberarlo, Si abbracciarono e Navarre con le lacrime agli occhi li ringraziò infinitamente per avergli salvato la vita, li avrebbe portati per sempre nel suo cuore....dopo averli salutati, corse più veloce che poteva e dopo interminabili minuti arrivò alla sua tana, durante il viaggio mille dubbi gli erano sorti, era passata un'intera settimana! e se i cacciatori avessero trovato anche loro? non riusciva neanche ad immaginarsi una vita senza la sua amata compagna e i suoi adorati cucciolotti....ma fortunatamente,le paure di Navarre non si avverarono, trovò Goccia, la sua lupacchiotta, ad aspettarlo all'entrata della grotta, aveva l'aria affranta, lo sguardo fisso nel vuoto...le si leggeva nel muso che pensava di essere rimasta sola...quuando Goccia vide il suo Compagno, ululò di felicità, gli corse incontro saltandogli addosso, i due lupi si rotolarono e si baciarono nel prato per diverso tempo, la gioia era palpabile e l'emozione unica.